culturaSocietà

Premio nazionale don Peppe Diana assegnato a Milena Gabanelli

 

 

È stato consegnato alla giornalista Milena Gabanelli il “Premo nazionale don Peppe Diana – Per amore del mio popolo”.  Gli altri due beneficiari di questo prestigioso riconoscimento sono stati don Antonio Loffredo, parroco della basilica di Santa Maria alla Sanità e Pietro Bartolo, il medico di Lampedusa protagonista dei salvataggi in mare. Il Premio verrà consegnato nelle mani dei vincitori il 4 luglio a Casal di Principe, presso “Casa don Diana”, situata in via Urano 18.

Il prete che dà il nome al premio fu ucciso a Casal di Principe il 19 marzo 1994 per mano della criminalità organizzata. Gli sono state dedicate scuole, istituti e fondazioni. Il fatto agghiacciante è che all’inizio le indagini cercarono di essere depistate dai malavitosi. Si voleva far credere che don Peppe fosse un frequentatore di prostitute, un pedofilo e uno che teneva le armi alla malavita. Addirittura il Corriere di Caserta pubblicò in prima pagina il titolo “Don Diana era un camorrista“, facendo intendere che la sua uccisione fosse solo una regolazione di conti. La verità è venuta a galla durante il processo: don Diana fu ucciso perché prete anticamorra e personaggio scomodo ai clan del casertano.

Premio nazionale don Peppe Diana: ecco i vincitori del prestigioso rionoscimento

Sono dunque tre i vincitori del premio nazionale don Peppe Diana di quest’anno. Sono i familiari di don Diana che hanno reso noto i vincitori e che da anni portano avanti la loro battaglia contro la camorra. I nomi degli assegnatari sono:

Milena Gabanelli: nota giornalista d’inchiesta, conduce il programma televisivo Report su Rai Tre.
Don Antonio Loffredo: parroco anticamorra che ha restituito bellezza e legalità al rione sanità di Napoli.
Pietro Bartalo: noto medico di Lampedusa che si occupa da anni di immigrazione ed è in prima linea nella questione sbarchi clandestini.

Lascia un commento