Napoli-Al Duomo la Messa Crismale 2017.

 

di Gennaro Napoletano

Solenne celebrazione della “Messa Crismale, S.E. Arcivescovo Metropolita della Chiesa di Napoli, Mons. Crescenzio Sepe  ha, concelebrato con i sacerdoti della Diocesi il sacro Crisma benedicendo gli oli profumati alla presenza del Popolo napoletano .

La Messa Crismale o Messa del Crisma è la Celebrazione Eucaristica presieduta dal Vescovo in Cattedrale il mercoledì santo, In tale giorno non viene celebrata alcun’altra Messa in nessuna Parrocchia o Chiesa.

Vi partecipano tutti i presbiteri della Diocesi, e vi sono invitati tutti i fedeli. Questa Messa vuole significare l’unità della Chiesa locale raccolta intorno al proprio Vescovo.

In tale Messa vengono consacrati gli Oli Santi: il Crisma, l’Olio dei Catecumeni e l’Olio degli Infermi e

tutti i presbiteri rinnovano le promesse fatte nel giorno della loro Ordinazione sacerdotale.“Questa solenne celebrazione del Crisma ci vede riuniti in questo Duomo per rendere grazie al nostro Dio e Padre del Signore nostro Gesù Cristo il quale ha voluto consacrarci col dono del sacerdozio comune a tutti i fedeli e di quello presbiterale elargito ad alcuni di noi, perché fossimo assimilati a lui che ci manda a portare il suo lieto annunzio al mondo intero”

Sono le parole del  Cardinale Sepe rivolte a tutti i sacerdoti presenti , riferendosi  poi, a San Vincenzo De Paoli: “Questa  è una figura che emerge nella storia per avere svolto un’eccezionale opera di rinnovamento nella Chiesa e nella società e di cui ancor oggi si sentono i frutti, per aver saputo guardare con un nuovo sguardo evangelico Dio nel prossimo, per essere stato modello tanto della vita attiva che della vita contemplativa. Egli è stato gratificato da Dio nel dedicarsi completamente ai poveri, che chiamava “nostri signori e nostri padroni. La testimonianza di Vincenzo De Paoli fu travolgente.

Furono migliaia e migliaia le persone che si misero a sua disposizione per creare una vera mobilitazione della Carità, che in breve tempo si diffuse in tutta la Francia, in Italia, in Belgio, in tutta Europa, fino a raggiungere le lontane terre di Missione come la Cina e il Madagascar. Il Cardinale di Napoli al termine ha voluto  fare gli auguri di  70 anni di sacerdozio a don Raffaele che nella vita ne compie 92.

di Gennaro Napoletano

Lascia un commento